Questo sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del sito.

Cliccando su CHIUDI o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca su MAGGIORI INFORMAZIONI

COVID-19.FASEII. ORDINANZA SINDACALE N 55 DEL 19 MAGGIO 2020

ORD

DISPONE

nell’ambito dei servizi previsti dalla L. 146/90 e dal CCNL 2005, le attività indifferibili che richiedono necessariamente, in ragione dell’emergenza e della cosiddetta fase 2, normata a livello nazionale e regionale, la presenza programmata sul luogo di lavoro:
1 - Attività del I Settore – AAGG, Gabinetto del Sindaco, Demografici e contenzioso e Gestione del personale;
2 - Attività del II Settore – Servizi sociali, Istruzione, Cultura, Sport;
3 - Attività del III Settore – Servizi Finanziari, Tributi;
4 - Attività del IV Settore – Lavori Pubblici, Servizi cimiteriali;
5 - Attività del V Settore – Urbanistica, Ambiente, SUAP;
6 - Attività del VI Settore – Polizia Locale, Controllo del territorio, Protezione Civile;


ORDINA
a decorrere dal giorno 20 maggio 2020 e fino a nuova disposizione, che:


1. il competente ufficio a supporto del Datore di Lavoro, ponga in essere atti e azioni per l’attuazione delle norme sopraccitate per la sicurezza dei lavoratori sul luogo e in particolare il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto il 14 marzo 2020 e modificato il 24 aprile 2020, agli allegati del DPCM 26/4/2020, al DPCM 17/5/2020 e allegati all’ordinanza presidente della regione Puglia n. 237/2020, come discusso e concertato nella conferenza con il datore di Lavoro, le RRSSUU, il Segretario comunale e i Capi Settore;
2 - il responsabile dei Servizi finanziari, sulla base delle esigenze rappresentate, rende disponibile un capitolo di spesa dedicato che potrà essere rimpinguato previa valutazione delle necessità;
3 - ai sensi dell’art. 87 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 l’ordinaria prestazione lavorativa si svolge principalmente in modalità agile;
4 - le attività comunali ordinarie sono garantite principalmente da remoto, come indicato dalle norme, con contatti telefonici o invio di posta elettronica;
5 - tutti gli Uffici svolgono attività di lavoro agile in coincidenza del rientro pomeridiano del giovedì, pertanto assicurano i servizi in modalità remota;
6 - i dipendenti comunali comunicano al medico competente particolari esigenze lavorative o afferenti alla propria condizione di salute ivi comprese particolari patologie, con obbligo di comunicare se sono intercorsi contatti con persone positive al COVID 19;
7 - ai dipendenti comunali e al personale ad essi equiparato, è fatto divieto di recarsi sul posto di lavoro con una temperatura corporea superiore ai 37,5°. All’ingresso potranno essere effettuati controlli anche a campione. I dipendenti con temperatura superiore saranno allontanati e saranno eseguiti i protocolli come per legge;
8 - tutti i dipendenti e il personale ad esso equiparato osservano le misure di sicurezza di cui sopra e mantengono una distanza interpersonale di almeno un metro, con obbligo di indossare la mascherina al venire meno della misura di distanziamento sociale;
9 - ove necessario le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezzainterpersonale di almeno un metro;
10 - per le attività indifferibili, come sopra individuate, i responsabili di settore attivano un programma differenziato di lavoro in presenza che assolva alla funzione di tutela della salute dei lavoratori e delle istanze dei cittadini, delle necessità e degli operatori economici, secondo un programma di rotazione, con accordi tra gli stessi che garantiscano la erogazione di servizi efficaci ed efficienti per la ripresa delle attività finora sospese, dei procedimenti nella loro interezza e,pertanto, anche relativamente ad adempimenti endoprocedimentali connessi con altri uffici.
In particolare, i Responsabili di Settore, provvedono:
 a organizzare l’ordinaria attività di lavoro per tutti i propri dipendenti con definizione di programmi, a rotazione, di lavoro in smart working o in presenza, garantendo una distribuzione omogenea nei cinque giorni lavorativi al fine di ridurre al minimo la presenza simultanea di più operatori nello stesso ambiente di lavoro;
 alla rimodulazione degli ambienti di lavoro con spostamenti delle postazioni di lavoro, al fine di garantire il distanziamento massimo tra i presenti;
 a informare e raccomandare ai propri dipendenti il rispetto delle misure di protezione individuale, e in particolare, al distanziamento di almeno un metro in ogni caso e all’obbligo di indossare la mascherina qualora tale distanza non possa essere rispettata;
 a segnalare al Datore di Lavoro e per esso al Responabile del IV settore, necessità di DPI o di prodotti igienizzanti, e supporto logistico per il proprio settore;
 a organizzare le modalità di contatto con i cittadini da remoto, garantendo l’efficienza dei contatti telefonici o via mail e con particolare attenzione ad assicurare il buon funzionamento del presidio telefonico del numero indicato;
 a organizzare, in sicurezza, l’apertura al pubblico dei propri uffici, assicurando le misure di distanziamento sociale, la presenza dei dispositivi di protezione previsti, ovvero a segnalarne la necessità al Datore di lavoro e per esso al responsabile del IV settore;
 a favorire l’accesso agli Uffici con ingressi prenotati telefonicamente, garantendo la parziale apertura al pubblico dei servizi e con le modalità previste nella ordinanza del Presidente della Regione Puglia n. 237/2020 e allegati;
 a comunicare preventivamente al Sindaco e al Segretario comunale la modalità di organizzazione e di gestione degli orari di apertura al pubblico;
L’accesso del pubblico è garantito, tuttavia, solo alle seguenti condizioni comuni per qualunque servizio.
 E’ fatto divieto a tutti i Cittadini con una temperatura corporea superiore ai 37.5° di recarsi presso gli uffici pubblici;
 Ai cittadini presenti nella sede comunale possono essere effettuati controlli anche a campione e, in caso di temperatura superiore a 37,5°, gli stessi saranno invitati ad allontanarsi immediatamente dai locali comunali dando corso ai procedimenti come per legge;
 E’ fortemente raccomandato di richiedere informazioni o servizi a mezzo telefono, mail o pec e recarsi fisicamente presso gli uffici solo se strettamente necessario;
 L’accesso ai servizi è richiesto previa prenotazione telefonica, a mezzo mail o pec. In caso contrario devono essere fornite valide motivazioni circa la mancata prenotazione;
 E’ consentito l’accesso ai locali comunali indossando obbligatoriamente una mascherina e  mantenendo il distanziamento di almeno un metro da altre persone presenti; non sono soggetti a tale obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero soggetti che interagiscono con i predetti;
 L’accesso agli uffici deve essere preceduto da una attenta lettura e presa visione dei cartelli informativi, dalla disinfezione delle mani con soluzioni idroalcoliche messe a disposizione dall’ente e deve essere sempre e in ogni caso mantenuta la distanza di sicurezza di almeno un metro tra tutte le persone;
 E’ fatto divieto assoluto o di vagare o sostare nell’atrio comunale e nella sede del comune senza motivo o intrattenendosi con altri;
 E’ fatto obbligo di limitare al minimo la propria presenza negli uffici ed evitare intralci tra entrate ed uscite;
 Qualora non strettamente indispensabile, recarsi presso gli uffici senza accompagnatori;
 E’ fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di estrema necessità;
La presente ordinanza sostituisce tutte le precedenti in materia di regolamentazione degli orari e di apertura al pubblico degli uffici comunali.

leggi l'ordinanza